Gestire tanti dati

Oggi è disponibile un numero elevatissimo di sensori interconessi, fino a formare vere e proprie reti (Smart Grid). Sono disponibili innumerevoli tecnologie e protocolli per raggiungere i diversi dispositivi, una babele di lingue e un frastuono di comunicazioni diverse. Solo per fare un po’ di brain-storming fra tecnologie di comunicazione e protocolli di comunicazione: Zigbee, WiFi, 3G, 4G, 5G, WiMax, Modbus RTU/TCPIP, KNX, Bacnet, Mbus, senza considerare tutti i protocolli proprietari.

Ciò che è realmente una risorsa straordinaria può correre il rischio di rimanere inutilizzata o sottoutilizzata.

E’ necessario mettere due punti fermi per fare sintesi di tale ricchezza:

  1. un concentratore, dotato di intelligenza, che stia a metà strada fra i sensori e il Cloud in cui raccoglieremo i nostri dati.
  2. un buon Software che sappia far chiarezza: gestendo i dati in modo efficace ed estraendo le informazioni più utili.

Da una parte una tecnologia che possa parlare tante “lingue” e concentrare tante risorse, dall’altra un’intelligenza con una marcia in più, potente ma in grado di restituire sintesi utili e non complicate.

Migliori sono questi due componenti fondamentali e migliore sarà l’utilizzo delle informazioni raccolte. Se vi accorgete che avete speso tanti soldi in misuratori e non riuscite a leggere in modo adeguato le vostre informazioni forse è giunto il momento di dare un senso ai vostri dati.